Salvatore Buzzi, il presidente della cooperativa “29 giugno” in carcere dallo scorso dicembre nell’ambito dell’inchiesta su Mafia Capitale, ha chiesto nuovamente alla procura di poter patteggiare la pena. La richiesta è stata di tre anni e 9 mesi di reclusione, oltre a 1000 euro di multa, come conseguenza delle imputazioni di associazione per delinquere semplice, corruzione, turbativa d’asta e intestazione fittizia di beni. Esclusa l’aggravante del metodo mafioso, che però è stato riconosciuto però dalla Cassazione dell’aprile scorso. Buzzi anche ha chiesto la revoca della custodia cautelare in carcere, dove è rinchiuso da dicembre. (Notizia su AGI, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Tgcom24, RaiNews)

Tagged with:
 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.