Claudio Descalzi

Claudio Descalzi, amministratore delegato di ENI

La maxi-scoperta di gas in Egitto impatterà “positivamente” sul dividendo dell’ENI. E’ quanto ha affermato l’AD Claudio Descalzi intervistato dall’agenzia Bloomberg. La scoperta, ha aggiunto, insieme ad altre “renderà la posizione dell’ENI in termini di cash flow molto più robusta rispetto a prima”. Nell’intervista, Descalzi ha anche puntualizzato che la scoperta non cambia la strategia di dismissioni annunciata per il piano 2015-2018, che prevedono cessioni per 8 miliardi di euro. Parlando poi con il quotidiano La Repubblica, L’AD del colosso energetico ha commentato la possibilità che la nuova scoperta possa allentare la dipendenza dell’Italia dal gas russo: “Di certo l’Egitto, in una fase in cui iniziava a importare gas da fornitori come Russia e Algeria (gli stessi dell’Italia, ndr), con la messa in produzione del gas di Zohr diventerà autonomo e libererà gas aggiuntivo per le importazioni degli altri paesi”. (Segue intervista in inglese su Bloomberg o intervista su La Repubblica oppure notizia su Ansa, Quotidiano.net)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.