L’attivista italiano Vittorio Fera è stato arrestato venerdì in Cisgiordania nel corso di una manifestazione in un villaggio palestinese. La notizia è stata diffusa dall’International Solidarity Movement, una ONG di solidarietà con il popolo palestinese. È accaduto durante la protesta che, ogni settimana, gli abitanti di Nabi Saleh compiono contro la costruzione di un insediamento illegale israeliano nelle terre del villaggio. Secondo l’organizzazione non governativa, il fermo di Fera è stato confermato dal Consolato generale italiano a Gerusalemme. Il giovane è accusato di aver “lanciato pietre e attaccato i soldati” durante la manifestazione. “Un’affermazione priva di fondamento”, sottolineano dalla ONG. “Vittorio stava filmano il violento attacco delle forze israeliane a un ragazzo palestinese, che veniva aggredito e soffocato da un soldato”, prosegue l’organizzazione. Il Consolato generale italiano a Gerusalemme, spiega la Farnesina, è informato del caso e sta raccogliendo tutte le informazioni necessarie. (Notizia su Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano, RaiNews)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.