ImmigratiOltre duemila migranti sono morti dall’inizio del 2015 nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere le coste europee. E’ quanto rende noto l’OIM, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Nello stesso periodo del 2014 i morti erano stati 1.607, per poi toccare quota 3.279 alla fine dell’anno. Come nel 2014, la maggior parte dei decessi è avvenuta nel canale di Sicilia, nella tratta che collega la Libia all’Italia, dove “il ricorso a imbarcazioni di fortuna da parte dei trafficanti di esseri umani fa aumentare le probabilità di tragedie”, scrive l’OIM. Sebbene Italia e Grecia abbiano registrato flussi simili di migranti, rispettivamente 97.000 e 90.500 arrivi, il tasso di decessi è molto diverso, fa notare l’organizzazione: approssimativamente 1.930 persone hanno perso la vita cercando di raggiungere l’Italia contro le 60 decedute mentre erano dirette in Grecia. (Notizia su Reuters, Adnkronos, Askanews, Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa, Il Giornale, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.