Il Giappone fa acquisti in Puglia per migliorare i propri treni della linea Alta velocità. Sarà la MerMec, azienda con sede a Monopoli, a vendere la tecnologia necessaria agli “Shinkasen” delle ferrovie nipponiche per funzionare: si tratta della prima società al mondo di tecnologia opto-elettronica a entrare in un mercato finora del tutto precluso agli stranieri. L’azienda pugliese fornirà una commessa di veicoli diagnostici (in Giappone sono noti col nome di “Doctor Yellow“) in grado di valutare le condizioni della linea. A livello mondiale. le macchine della MerMec sono già impiegate per l’ispezione delle metropolitane di Londra e Seul. “Dopo tutto quello che s’è detto e si dice, c’è un Sud che funziona”, ha commentato il patron Vito Pertosa. Si tratta di una commessa, almeno nella parte iniziale, del valore di 10 milioni di euro “che potrebbe salire fino a 50 milioni”, ha aggiunto. Il contratto è stato direttamente siglato con la trading company Mitsui che sta negoziando con JrWest la possibilità di ampliare la portata dell’acquisto. (Notizia su Ansa, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.