Cancelli chiusi e notevoli disagi per i turisti e tour operator questa mattina agli Scavi di Pompei a causa di un’assemblea dei sindacati Fp Cisl, Filp e Unsa. Si tratta di una iniziativa del tutto inattesa, dopo che, già ieri era stata revocata una precedente assemblea. Stamattina, invece, davanti ai cancelli chiusi il soprintendente, Massimo Osanna, è stato costretto ad organizzare tempestivamente un servizio di emergenza, con ovvie ripercussioni per i circa duemila turisti, in gran parte stranieri, non avvisati dell’improvviso cambio di programma. Intorno alle 10,30, con circa un’ora e mezza di ritardo, i cancelli sono stati finalmente aperti permettendo così ai turisti di visitare il sito. E’ attesa intanto la probabile reazione del Ministero per questo ennesimo clamoroso disagio nel sito provocato dal braccio di ferro tra alcune sigle sindacali e la soprintendenza. (Notizia su Ansa, Corriere della Sera, La Repubblica, Unione Sarda)

Tagged with:
 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.