I quattro italiani rapiti in Libia sono in mano a criminali che cercano un riscatto in denaro e non si tratterebbe dunque di un rapimento a sfondo terroristico. E’ quanto ha assicurato ieri il sottosegretario con delega ai Servizi, Marco Minniti in una audizione al Copasir, il comitato parlamentare di controllo sui servizi di sicurezza presieduto da Giacomo Stucchi. Sulla pista del sequestro per denaro si concentra dunque l’azione degli uomini del Governo che cercano un contatto credibile con i rapitori. “Quando sono al lavoro dei professionisti, come è in questo caso, siamo predisposti ad una soluzione positiva anche se la situazione è molto complessa e delicata. Il pericolo – ha sottolineato una fonte dal Copasir – è che i tempi si allunghino. Occorre individuare delle fonti con cui interloquire che siano attendibili e che possano portare in tempi rapidi a una soluzione della vicenda”. (Notizia su La Stampa, Il Messaggero, Il Sole 24 Ore, Quotidiano.net, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.