Matteo Renzi

Matteo Renzi, Presidente del Consiglio

“Chi ritiene di boicottare Israele non si rende conto di boicottare se stesso, di tradire il proprio futuro”. E’ quanto ha affermato il Premier Matteo Renzi, intervenuto alla Knesset, il Parlamento israeliano, nel corso della sua visita a Gerusalemme. “Possiamo avere opinioni diverse – aggiunge – ma l’Italia sarà sempre in prima linea contro ogni forma di boicottaggio sterile e stupido». Nel suo intervento il Premier italiano ha voluto manifestare l’amicizia e il legame tra l’Italia e il Paese guidato da Benjamin Netanyahu, senza dimenticare le questioni più spinose, come l’accordo con l’Iran e il rapporto con i palestinesi. Il capo del Governo, che già ieri aveva difeso l’intesa tra l’Occidente e l’Iran sul nucleare, ha voluto ribadire che si tratta di “un compromesso utile per il futuro della regione, ma siamo pronti a verificare giorno dopo giorno, momento dopo momento la sua implementazione”. E tuttavia ha voluto sottolineare quanto la difesa di Israele sia una priorità per l’Italia: “Non sarà mai possibile nessun compromesso nei confronti del futuro di Israele”, anzi, “sarò franco e brutale: la vostra sicurezza è la nostra sicurezza” perchè “condividiamo lo stesso destino”. Quanto alla questione palestinese, Renzi è tornato a ribadire che “la pace sarà possibile solo con due Stati e due popoli. E, come dirò anche al leader dell’ANP Abu Mazen, solo se sarà garantita piena sicurezza di tutti”. (Notizia su Ansa, AGI, Reuters, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Il Messaggero, Affari Italiani, RaiNews, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.