E’ necessario procedere “senza perdere tempo” con le eradicazioni degli ulivi colpiti da “Xylella fastidiosa”. E’ quanto hanno ribadito al Comune di Lecce il ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina, il commissario europeo Vytenis Andriukaitis e il governatore pugliese, Michele Emiliano. Il ministro Martina non ha risparmiato le critiche alla Regione Puglia che “discute in un certo modo di numeri ridotti e dimentica che negli ultimi tre anni sono stati espiantati 100mila ulivi”. E’ stato proprio il rappresentante del Governo ad accompagnare negli uliveti malati di Gallipoli e Trepuzzi il commissario Andriukaitis, che si è detto scioccato per “una situazione catastrofica, che conferma la preoccupazione che il fenomeno possa espandersi” esortando poi i colleghi italiani “ad essere responsabili e gestire questa situazione con maggiore coerenza”. “Quando si è di fronte a un’emergenza bisogna tenere il passo, non raccontare storie”, ha aggiunto il ministro, lasciando intravedere anche una speranza per i vivaisti e per un settore distrutto dall’inserimento della vite nell’elenco delle piante ospiti di Xylella che non possono essere movimentate. “Entro agosto avremo i risultati di patogenicità sulla vite – ha chiarito – il dato scientifico preciso ci consentirà di chiedere all’Europa di eliminarla dall’elenco dei vegetali bloccati”. (Notizia su Ansa, AGI, La Repubblica, La Gazzetta del Mezzogiorno)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.