Quattro italiani sono stati rapiti in Libia, nei pressi del compound dell’ENI nella zona di Mellitah. E’ quanto ha reso noto la Farnesina con un comunicato ufficiale, senza però specificare da chi sono stati rapiti né diffondere le loro generalità. Si tratta di dipendenti della società di costruzioni Bonatti di Parma. “L’Unità di crisi si è immediatamente attivata per seguire il caso ed è in contatto costante con le famiglie dei connazionali e con la ditta Bonatti”, aggiunge il ministero degli Esteri. “Come noto in seguito alla chiusura dell’ambasciata d’Italia in Libia il 15 febbraio, la Farnesina aveva segnalato la situazione di estrema difficoltà del Paese invitando tutti i connazionali a lasciare la Libia”. (Segue comunicato della Farnesina oppure notizia su Reuters, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Messaggero, Quotidiano.net, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.