Papa Francesco

Papa Francesco

“Abbiamo bisogno e vogliamo un cambiamento”, in un mondo pieno di guerre e di persone senza diritti. E’ quanto ha affermato il Papa intervenendo al secondo incontro mondiale dei movimenti popolari, tenutosi in Bolivia. Dalla cattedrale di Nuestra Señora de La Paz, nella capitale boliviana, Francesco è tornato a parlare dei temi della sua recente enciclica ecologica: “Il primo compito è mettere l’economia al servizio dei popoli: gli esseri umani e la natura non devono essere al servizio del dio denaro. Diciamo no a una economia di esclusione in cui il denaro domina invece di servire”. “Nostro compito è unire i popoli nel cammino della pace e della giustizia. I popoli vogliono essere artefici del proprio destino, percorrere in pace la propria marcia verso la giustizia”, ha quindi aggiunto Papa Francesco, denunciando inoltre “il nuovo colonialismo” e “la concentrazione monopolistica dei mezzi di informazione”. Per il Pontefice inoltre “non si può consentire che certi interessi, che sono globali ma non universali si impongano, sottomettano gli Stati e le organizzazioni internazionali e continuino a distruggere il creato”. Nostro compito di tutti, “forse il più importante, è difendere la nostra madre Terra”. (Notizia su Ansa, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Radio Vaticana, Tgcom24, RaiNews)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.