Papa Francesco

Papa Francesco

Si è tenuta questa mattina in Vaticano la presentazione ufficiale dell’Enciclica “verde” di Papa Francesco. Il Pontefice nel documento rivolge un doppio appello, a “proteggere la casa comune”, controllando surriscaldamento climatico e altri danni ambientali, ma anche cambiare modello di sviluppo, per i “poveri”, e “per uno sviluppo sostenibile e integrale”. Già il “salvataggio a ogni costo delle banche è stato fatto pagare alla popolazione”, scrive Bergoglio, oggi non facciamo pagare ai popoli il prezzo della crescita ad ogni costo, “rallentiamo il passo”, e puntiamo a uno “stile di vita” conciliabile con la difesa integrale dell’ambiente e della vita di tutti i popoli. “A nulla ci servirà descrivere i sintomi, se non riconosciamo la radice umana della crisi ecologica. Propongo pertanto di concentrarci sul paradigma tecnocratico dominante e sul posto che vi occupano l’essere umano e la sua azione nel mondo”. Nell’Enciclica, l’ultimo capitolo è dedicato poi ad un vademecum per educare al rispetto dell’ambiente. “L’educazione alla responsabilità ambientale – scrive Bergoglio – può incoraggiare vari comportamenti che hanno un’incidenza diretta e importante nella cura per l’ambiente”. Tra gli esempi suggeriti dal Pontefice: “Evitare l’uso di materiale plastico o di carta, ridurre il consumo di acqua, differenziare i rifiuti, cucinare solo quando ragionevolmente si potrà mangiare, trattare con cura gli altri esseri viventi, utilizzare il trasporto pubblico”. (Notizia su Ansa, La Stampa, Corriere della Sera, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, RaiNews)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.