Papa Bergoglio

Papa Francesco

“Vi invito tutti a chiedere perdono per le persone e le istituzioni che chiudono la porta a questa gente che cerca vita, una famiglia, che cerca di essere custodita”. È quanto ha affermato il Papa nel corso dell’udienza generale a San Pietro, in vista della Giornata mondiale del rifugiato promossa dall’ONU, che si celebra sabato. Il Pontefice ha ricordato i tanti che cercano “rifugio lontano dalla loro terra” e “una casa dove poter vivere senza timore, perché siano sempre rispettati la loro dignità”, e ha incoraggiato “l’opera di quanti portano loro un aiuto” e auspicato che “la comunità internazionale agisca in maniera concorde e efficace per prevenire le cause delle migrazioni forzate”.  Intanto la polizia francese ha intensificato i controlli in frontiera alla stazione di Menton-Garlaven e alla barriera autostradale de La Turbie. Alla stazione di Garlaven vengono fermati tutti i treni provenienti dall’Italia ed eseguiti i controlli dei documenti. Secondo quanto appreso da fonti della polizia francese, sui binari che passano dalla zona di confine di Punte San Ludovico, già in territorio francese, è stato collocato un rilevatore acustico per impedire il passaggio a piedi lungo la strada ferrata. (Notizia su Corriere della Sera, La Repubblica, Radio Vaticana, Avvenire, RaiNews, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.