Arriva una piccola rivoluzione “estetica” nell’ambito della cura contro il cancro. L’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano ha realizzato un “caschetto” che contrasta la caduta dei capelli nelle pazienti sottoposte a chemioterapia. Il nuovo dispositivo è stato sperimentato su trenta donne con risultati incoraggianti: un successo dell’85%. In particolare viene sfruttato l’effetto positivo del freddo: durante e dopo l’infusione della chemioterapia, lo speciale carsco congela i bulbi piliferi del cuoio capelluto proteggendoli dai danni da farmaci “Il freddo diminuisce la perfusione del sangue e il metabolismo – ha spiegato Paolo Veronesi, direttore della senologia chirurgica – frenando localmente l’attività distruttiva dei chemioterapici”. “In alcune pazienti – ha aggiunto – la capigliatura è rimasta addirittura intatta”. (Notizia su La Repubblica, La Stampa, Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Tgcom24, RaiNews)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.