Dopo quasi 20 anni di battaglie gli ecoreati sono finalmente legge. L’Aula del Senato ha dato il via libera definitivo al provvedimento con 170 voti favorevoli, 20 “no” 20 e 21 asteniti. Il Ddl punta a rafforzare il contrasto ai delitti contro l’ambiente attraverso l’introduzione nel codice penale di quattro nuovi reati: il delitto di inquinamento ambientale; il delitto di disastro ambientale; il delitto di traffico ed abbandono di materiale di alta radioattività e il delitto di impedimento del controllo. Tra le altre novità, i termini di prescrizione per i reati ambientali vengono raddoppiati, mentre le pene possono arrivare a 15 anni di reclusione. Inoltre, in sede di condanna o patteggiamento per reati ambientali saranno previsti la confisca dei beni e il ripristino dello stato dei luoghi. Grande soddisfazione è stata espressa dal ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, secondo cui “l’approvazione della legge sugli ecoreati rappresenta una tappa importante nella lunga battaglia per la tutela del territorio”. (Notizia su Ansa, Adnkronos, Corriere della Sera, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Quotidiano.net, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.