Sono oltre 70 gli indagati e 50 gli ordini di arresto emessi dai magistrati di Catanzaro nell’ambito di un’indagine su presunte scommesse legate alle partite di calcio dei campionati in corso di Lega Pro e Lega D. La polizia sta eseguendo dalle prime ore del giorno arresti e perquisizioni in Calabria, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia. Le indagini della squadra mobile di Catanzaro avrebbero accertato decine di combine di partite di calcio nelle due serie. In galera sono finiti oltre 15 calciatori, 6 presidenti di società sportive 8 dirigenti sportivi, allenatori, direttori generali e dieci “finanziatori” (scommettitori italiani, maltesi, del Kazakistan, della Russia, cinesi e serbi). Uno dei personaggi chiave di quest’ultimo scandalo del calcio italiano è Fabio Di Lauro che, secondo gli investigatori è “il rappresentante unico in Italia” dei “signori delle scommesse” nazionali ed internazionali, che investivano ed incassavano milioni di euro che transitavano attraverso banche turche, serbe, cinesi ed italiane. Tutta l’inchiesta sarebbe partita da un’indagine su un capo bastone della ‘nrangheta, Pietro Iannazzo: seguendo lui, gli investigatori hanno scoperto l’enorme giro nazionale ed internazionale di scommesse. (Notizia su Reuters, Ansa, Datasport, AGI, Adnkronos, La Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport, TuttoSport, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Il Messaggero, Sky Sport)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.