Altre quattro persone, sanitari del laboratorio analisi dell’ASL di Sassari che ha trattato le provette dell’infermiere sardo contagiato dal virus Ebola, sono in autoconfinamento precauzionale da ieri. Sale così a 17 il numero di persone in isolamento perchè venute a contatto, più o meno direttamente, con il volontario di Emergency attualmente in terapia al centro specializzato Spallanzani di Roma. L’ASL precisa comunque che si tratta soltanto di misure precauzionali, vista l’eccezionalità del caso, ribadendo che “i protocolli sono stati seguiti alla lettera” e invitando a evitare ogni allarmismo. Intanto sono stazionarie le condizioni dell’infermiere di Emergency infettato dal virus. E’ quanto di apprende del bollettino medico dello Spallanzani di Roma. “E’ vigile e autonomamente deambulante – si legge -. Ridotta la febbre e l’entità dei sintomi gastrointestinali. Presenta modesti sintomi respiratori. Ha completato senza eventi avversi la seconda dose del secondo farmaco sperimentale arrivato dall’estero. Continua il trattamento antivirale e la terapia reidratante per via orale ed endovenosa”. (Notizia su Ansa, AGI, Il Secolo XIX, Il Tempo)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.