La Soprintendenza archeologica ha dato parere favorevole affinché la Tomba del Tuffatore sia portata all’Expo di Milano in occasione della mostra “Natura, mito e paesaggio dalla Magna Grecia a Pompei”. E’ quanto ha annunciato Marina Cipriani, direttrice dal 1988 del Museo nazionale e del complesso archeologico di Paestum, uno tra i più importanti e visitati al mondo. “Abbiamo scritto all’Istituto centrale del restauro – ha spiegato Cipriani – per avere tutte le garanzie necessarie per il trasferimento, ancora non è stata decisa la data, sarà comunque durante l’estate”. Di certo, ha precisato, nelle prossime settimane sarà necessario effettuare un sopralluogo in loco per poi disporre tutte le fasi relative a prelievo, imballaggio e trasporto scortato. Non sono ovviamente mancate le proteste per la decisione, a cui Cipriani ha risposto: “Le polemiche ci sono sempre state, voglio però chiarire che il Museo non verrà ‘spogliato’ della Tomba del Tuffatore in quanto nei locali devono svolgersi quanto prima alcuni lavori di ristrutturazione e quindi comunque almeno per due-tre mesi il Tuffatore non sarebbe stato visitabile ai visitatori. Traslocarlo a Milano – ha aggiunto – significa richiamare sull’opera tutta l’attenzione che merita”. La prima ed unica volta che l’inestimabile reperto esposto a Paestum, datato intorno al 480-470 AC, ha viaggiato è stato nel 1996 quando fu portato a Palazzo Grassi, a Venezia, alla mostra sui Greci d’Occidente. (Notizia su Corriere della Sera)

Tagged with:
 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.