Attribuito un testo inedito a D'Annunzio

Ricostruito il DNA di Gabriele D’Annunzio

Il Racis dei carabinieri ha recuperato il DNA di Gabriele D’Annunzio permettendo di attribuire con certezza al Vate un testo finora rimasto inedito. Lo rendono noto alcune testate senza però spiegare il contenuto del testo in questione e il metodo utilizzato per l’attribuzione. La scoperta è comunque rilevante perché effettuata partendo da un fazzoletto che nel 1916 D’annunzio macchiò con liquido seminale per donarlo all’amante, la contessa Olga Levi Brunner. Il materiale organico analizzato e confronto con il DNA di un pronipote del poeta avrebbe permesso la sicura identificazione del DNA di D’Annunzio. Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Vittoriale, ha annunciato che “nuove scoperte di altro tipo ma altrettanto importanti” realizzate con la collaborazione dei carabinieri di Monza saranno svelate entro la fine dell’anno. (Notizia su Ansa, Adnkronos, Corriere della Sera, La Repubblica, Il Giornale, Tgcom24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.