Sequestro conservativo di beni per oltre 5,7 milioni di euro nei confronti dell’ex Commissario straordinario per gli Scavi di Pompei, Marcello Fiori. Lo segnala la guardia di Finanza spiegando che il provvedimento è stato eseguito a conclusione di un’inchiesta che, oltre a Fiori, coinvolge nove dirigenti del Ministero dei Beni Culturali e della Regione Campania. I finanzieri spiegano che al centro dell’attività investigativa ci sarebbero i lavori complementari realizzati nel 2010 per la fornitura di attrezzature per spettacolo e per l’allestimento scenico del Teatro Grande di Pompei ritenuti “esorbitanti rispetto all’obiettivo di messa in sicurezza, conservazione e restauro del patrimonio del sito archeologico”. (Vai al comunicato della Guardia di Finanza o notizia su Corriere della Sera, La Repubblica, Il Mattino, Il Gazzettino Vesuviano)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.