L’Università di Bologna sarà tra i protagonisti del Grande Progetto Pompei, il piano messo a punto dal Mibact con finanziamenti dalla Comunità Europea, per la tutela e il recupero di Pompei. Il Dipartimento bolognese di Storia culture civiltà (DiSci) si è infatti aggiudicato il Lotto 3 del progetto per un importo complessivo di 700mila euro. Quello di Bologna è così l’unico ateneo italiano a essersi imposto tra i vincitori del bando partecipando come singolo operatore economico. Ad affiancarlo nei lavori del Grande Progetto Pompei fin dal prossimo marzo saranno cinque società private e un’associazione temporanea d’impresa istituita dall’Università di Salerno che hanno vinto gli altri cinque lotti. Il progetto è organizzato in varie fasi operative e una di queste è il Piano della Conoscenza: un piano che prevede l’esecuzione di una mappatura complessiva della città, divisa in 6 lotti, per rilevare nel dettaglio lo stato di conservazione del sito. In questo modo si potrà arrivare a una conoscenza approfondita di ogni singola struttura o elemento archeologico di Pompei, con l’obiettivo finale di una manutenzione consapevole e programmata. (Notizia su Adnkronos, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.