Sette quintali di alimenti non idonei al consumo sono stati sequestrati nel corso di un blitz del NAS di Pescara, nell’ambito di un servizio di controllo per garantire la sicurezza alimentare dei turisti in settimana bianca. Al blitz nei punti ristoro e nelle baite delle principali località sciistiche abruzzesi della provincia aquilana hanno partecipato le compagnie carabinieri di Castel di Sangro, Avezzano e L’Aquila e le motoslitte in servizio piste delle stazioni carabinieri. Durante i controlli sono stati ispezionati 22 esercizi di ristorazione, riscontrando in 15 siti (75%) gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali ed accertato 16 violazioni alla normativa sull’igiene degli alimenti con sanzioni amministrative per 25.000 euro. A seguito dei controlli le autorità sanitarie hanno disposto anche la chiusura di tre depositi alimentari per assenza delle autorizzazioni e dei requisiti richiesti. Sequestrati anche tre quintali di carne non tracciata e sottoposta a scongelamento e lavorazioni non adeguate, pasta e conserve scadute in alcuni casi anche da due anni, sughi privi di tracciabilità e liquori preparati artigianalmente in carenti condizioni igieniche. (Notizia su AGI, Adnkronos, Askanews, La Repubblica)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.