Cibo italianoNiente più segreti nei menù dei ristoranti. A partire dal 13 dicembre ogni cuoco in Italia dovrà dichiarare gli ingredienti a rischio allergia nei propri piatti. Una misura che interessa 8 milioni di soggetti allergici in Italia, 12 milioni di intolleranti e circa 1,5 milioni di celiaci. E’ quanto stabilisce un regolamento comunitario che entrerà in vigore in contemporanea in tutti i paesi membri e che obbliga le imprese che operano nell’alimentare, preconfezionato e non, a indicare in etichetta i componenti che potrebbero scatenare nei soggetti sensibili delle reazioni pericolose. Il provvedimento, nato con l’obiettivo di garantire la la salute dei consumatori, rischia però di trasformarsi in un boomerang per gli esercizi commerciali più piccoli, già sul piede di guerra. “Non facciamo i chimici, il nostro è un mestiere artigianale – ha commentato il presidente della Confcommercio Veneto, Massimo Zanon – Ciò che rende celebre l’enogastronomia italiana è la ricchezza degli ingredienti locali che cambiano a ogni stagione e l’estro ai fornelli: codificare i piatti tipici, svilirli in una formula sempre uguale neanche fossero dei medicinali è mortificante”. (Notizia su Corriere della Sera, La Repubblica)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.