il CdA del Teatro dell’Opera apre uno spiraglio nella vertenza sul futuro dei 182 componenti del coro e dell’orchestra per i quali l’azienda ha annunciato la cessazione del rapporto di lavoro a causa della crisi economica. In una nota diffusa al termine della riunione di ieri, e ripresa dal Corriere della Sera, il board spiega: “Le rappresentanze sindacali non hanno presentato alcuna proposta alternativa a quella assunta dal CdA della Fondazione, che punti a superare i problemi economici, organizzativi e di produttività”. “Nel CdA dell’Opera – si legge ancora – è emersa la volontà unanime di riaprire il rapporto con l’orchestra e il coro, ma deve arrivare da loro una proposta concreta. Noi speriamo di arrivare a un’alternativa ai licenziamenti. C’è ancora la possibilità che restino interni al Teatro”.
(Notizia su Corriere della Sera)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.