Jozef Wesolowski

Jozef Wesolowski, ex nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana

L’ex nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana Jozef Wesolowski, dimesso dallo stato clericale nei mesi scorsi dalla Congregazione per la dottrina della fede per pedofilia, è stato arrestato questo pomeriggio dalla magistratura civile vaticana nell’ambito dell’inchiesta a suo carico. L’arresto è stato realizzato secondo le indicazioni di Papa Francesco e la conferma è arrivata dal portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi: “L’iniziativa assunta dagli organi giudiziari dello Stato è conseguente alla volontà espressa del Papa, affinché un caso così grave e delicato venga affrontato senza ritardi, con il giusto e necessario rigore, con assunzione piena di responsabilità da parte delle istituzioni che fanno capo alla Santa Sede”. L’inchiesta per presunti casi di pedofilia a carico dell’ex arcivescovo polacco era partita dalla Repubblica dominicana dove era stato a lungo nunzio apostolico. Il prelato avrebbe adescato alcuni ragazzini su una spiaggia di Santo Domingo pagandoli per fare sesso: le accuse sono emerse dopo l’uscita di un’inchiesta della giornalista dominicana Nuria Piera, uscita nel settembre 2013, che sosteneva appunto che il sacerdote pagava per fare sesso con minori in una zona di Santo Domingo famosa per la prostituzione minorile. Un diacono, suo ex collaboratore, avrebbe anche riferito di avergli procurato giovani per rapporti sessuali. (Notizia su Ansa, AGI, La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano, Il Messaggero, Il Mattino, Quotidiano.net, Il Secolo XIX, RaiNews, Tgcom24, Sky Tg24)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.