SoleMisurata per la prima volta in tempo reale l’energia che fa brillare così intensamente il Sole. L’esperimento, chiamato Borexino, è stato condotto ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Lngs) ed è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale Nature. La misurazione è stata ottenuta “inseguendo” le particelle più sfuggenti e inafferrabili finora note, i neutrini solari. Lo studio mostra che l’attività solare è rimasta uguale negli ultimi 100 mila anni e prova anche che il Sole è una sorta di grande centrale a fusione nucleare. L’esperimento, frutto di una collaborazione fra Paesi europei (Italia, Germania, Francia, Polonia), Stati Uniti e Russia, “è riuscito a realizzare in tempo reale la misura dell’energia del Sole rivelando i neutrini prodotti da reazioni nucleari all’interno della massa solare: queste particelle, infatti, impiegano solamente pochi secondi a uscire dalla massa solare e otto minuti per arrivare fino a noi”, spiegano gli scienziati. In passato l’energia solare è stata misurata utilizzando le particelle di luce (fotoni), ma i dati si riferivano alle reazioni avvenute 100.000 anni fa. Questo è infatti il tempo che i fotoni impiegano per attraversare il Sole. (Notizia su Ansa, Corriere della Sera, La Stampa oppure leggi articolo su Nature)

 
Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.